Cerca
  • Gruppo Sadel

Artrosi: sintomi e cure

Che cos'è l'artrosi? Quali sono i suoi sintomi comuni? Come curarla? Ce lo spiega il Dottor Francesco Morelli, Direttore Sanitario Sadel SPA.

L’ artrosi è la più frequente malattia cronica degenerativa ad evoluzione progressiva che colpisce le articolazioni. In Italia le malattie reumatiche colpiscono circa 5 milioni di persone, l’ artrosi rappresenta da sola il 72.6% delle malattie reumatiche.


Colpisce più frequentemente le donne che gli uomini. Dopo i 55 anni si riscontra il maggior numero di casi di artrosi mentre, soprattutto fino ai 45 anni, colpisce più frequentemente gli uomini. Tra i 45 ed i 55 anni la frequenza è pressoché uguale nei due sessi. La precocità di insorgenza negli uomini può essere ricondotta all'attività lavorativa; nelle donne il più frequente riscontro dopo i 55 anni può invece dipendere da alterazioni del metabolismo osseo riconducibile a modificazioni ormonali post-menopausali.





Cosa accede alle articolazioni?


Dove prima c'era cartilagine articolare integra e liscia che permetteva alle ossa di scorrere facilmente, ora al suo posto c'è una superficie ruvida e sfilacciata. Questo si traduce in dolore e limitazione durante il movimento.

Oltre all’ età, altri fattori di rischio per l'artrosi sono l'obesità, precedenti traumi e una storia familiare per artrosi.

Le articolazioni più frequentemente colpite dall'artrosi sono:

  • colonna lombare: 33%

  • colonna cervicale: 30%

  • ginocchio: 27%

  • anca: 25%

  • mani: 11%

  • piedi: 9%

  • colonna dorsale: 0.9%

Quali sono i sintomi?


L'artrosi può colpire qualsiasi articolazione del corpo, con sintomi che vanno da lievi a invalidanti.

Un'articolazione affetta da artrosi può essere dolorosa e infiammata. Il dolore è da correlarsi allo sfregamento articolare che provoca infiammazione oltre che limitazione funzionale.

L'articolazione artrosica va incontro a gonfiore e deformità. Con il tempo anche il movimento risulterà sempre più limitato. Frammenti liberi di cartilagine e altri tessuti all'interno dell'articolazione artrosica possono interferire con il corretto movimento dell'articolazione stessa. In questi casi l'articolazione malata si può anche bloccare all'improvviso.

Anche se l'artrosi non può essere curata, la diagnosi precoce e il relativo trattamento può rallentarne la progressione, alleviare il dolore e ripristinare la funzione.




La diagnosi


Un'anamnesi completa, l'esame fisico, i raggi X ed eventualmente, esami di laboratorio sono sufficienti per fare diagnosi.

Le articolazioni coinvolte andranno esaminate in varie posizioni per vedere se c'è dolore e se il movimento è limitato, se vi sono crepitii (scrosci articolari) che indicano l'attrito di osso con osso.

L’ esame radiografico mostrerà l’entità del deterioramento articolare, compreso il restringimento dello spazio articolare, erosione delle ossa o altre anomalie. Qualche test di laboratorio effettuati sul sangue o sul liquido articolare stesso, talvolata può aiutare ad escludere altre malattie che causano sintomi simili all'artrosi.

Il trattamento


Trattamento non chirurgico

Quando messo in pratica precocemente, il trattamento non chirurgico può rallentare la progressione dell'artrosi, conrservare i gradi di movimento (range articolare) e migliorare la resistenza. La maggior parte dei programmi di trattamento uniscono le modifiche dello stile di vita, i farmaci e la fisioterapia.


Modifiche dello stile di vita: il Fisiatra può raccomandarvi riposo o modifiche delle attività che vi provocano il dolore dell'artrosi che potrebbero includere il passaggio da attività ad alto impatto (come aerobica, correre, saltare o competizioni sportive) ad attività a basso impatto (come lo stretching, camminare, nuotare o andare in bicicletta).

La dieta per il calo del peso corporeo può essere molto utile se si è in sovrappeso, in particolare se l'artrosi colpisce le articolazioni sotto carico (come il ginocchio, l'anca , la colonna vertebrale o la caviglia).


Farmaci: farmaci anti-infiammatori non steroidei possono aiutare a ridurre l'infiammazione. Molto utili sono ancora le infiltrazioni intraarticolari con corticosteroidi (cortisone) o acido ialuronico, un costituente della matrice cartilaginea sempre all'interno dell'articolazione. Anche gli integratori alimentari chiamati glucosamina e condroitin-solfato possono aiutare ad alleviare il dolore dell'artrosi.


Fisioterapia: un programma equilibrato di fitness, terapia fisica e/o di può migliorare la flessibilità delle articolazioni, aumentarne l'ampiezza del movimento, ridurre il dolore e potenziare i muscoli. Utile altresi trattamenti come la Tecar-terapia, il Laser, gli Ultrasuoni etc.


Trattamento chirurgico

Se i trattamenti non-chirurgici precoci non arrestano il dolore o se con il tempo perdono la loro efficacia, la chirurgia può essere presa in considerazione. La decisione di trattare chirurgicamente un'articolazione artrosica dipende dall'età e dal livello di attività del paziente, il grado di artrosi e la velocità con cui l'artrosi è progredita.


Vuoi saperne di più? Credi di soffrire d'artrosi? Contattaci e presso il Centro San Giuseppe, i nostri specialisti ti supporteranno al meglio!

0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti