Cerca
  • Gruppo Sadel

La prevenzione polmonare

Il tumore polmonare causa il 30 % delle morti per neoplasia nei maschi e il 6 % nelle donne ( 35.000 nuovi casi all’anno in Italia), con un rapporto per quanto riguarda l’incidenza tra uomini e donne di 4 a 1.

Negli ultimi anni si sta assistendo ad una stabilizzazione dei tassi di mortalità maschile mentre nell’altro sesso si sta verificando un marcato aumento.





Prevenzione del tumore del polmone


Non esiste al momento un razionale che giustifichi l’applicazione di procedure di screening per il carcinoma polmonare, neppure per i gruppi a rischio. Studi che hanno impiegato la radiografia del torace in combinazione con la citologia dell’escreato, eseguite a cadenza annuale, in popolazione a rischio (forti fumatori) non hanno dimostrato benefici in termini di riduzione di mortalità, pur permettendo diagnosi più precoci.

L’unico e fondamentale mezzo di prevenzione primaria rimane l’astensione dal fumo.

A questo proposito occorre ricordare che ben l’85 % dei tumori si sviluppa in fumatori e, nei non fumatori, l’eziologia è da ricercarsi nel fumo indiretto nel 20 % dei casi.L’inquinamento atmosferico sembra essere un modesto fattore di rischio ed anche l’esposizione sul luogo di lavoro alle sostanze cancerogene, grazie alle leggi in vigore, sembrerebbero giocare un ruolo secondario.





1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti