Cerca
  • Gruppo Sadel

Prevenzione per le malattie reumatiche

Le malattie reumatiche interessano le articolazioni, quelle strutture che ci consentono di muoverci e che quindi rivestono un ruolo cruciale nella vita di relazione. Le malattie reumatiche (o reumatismi) costituiscono un vasto capitolo della patologia, la cui conoscenza è notevolmente aumentata in questi ultimi decenni determinando la nascita di una nuova branca specialistica della medicina: la Reumatologia. Oltre alle malattie delle articolazioni le malattie reumatiche comprendono anche le malattie dell’osso.


Le malattie reumatiche sono numerose: si dice comunemente che ne esistono oltre cento. Molte hanno rilevante importanza medico-sociale in quanto sono molto diffuse e potenzialmente invalidanti, basti citare, l’artrite reumatoide, le gravi forme di artrosi e l’osteoporosi. Il medico specialista che si occupa delle malattie reumatiche è il reumatologo che in questi ultimi anni ha acquisito la capacità di prevenire, diagnosticare e curare oltre alle malattie reumatiche anche l’osteoporosi. Mentre il reumatologo cura le malattie reumatiche e l’osteoporosi con i farmaci, l’ortopedico tratta queste malattie chirurgicamente. I farmaci utilizzati sono gli analgesici, gli antinfiammatori, i cortisonici, gli immunosoppressori, i condroprotettori, i farmaci per l’osteoporosi. Nell’ambito delle malattie reumatiche si possono riconoscere diversi gruppi di malattie, molto diversi tra di loro.





Esiste un’alimentazione consigliata contro i reumatismi?


Quello che sappiamo per certo è che bisogna fare scorta di sostanze antiossidanti come gli omega 3 e le vitamine A, C ed E. A cosa servono? Ti aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare che danneggia le cartilagini (la degenerazione della cartilagine è proprio il processo che caratterizza l’artrosi).

Queste sono 5 buone regole da seguire: 1. Porta a tavola il pesce azzurro (come lo sgombro, le alici, le sardine) e il salmone, che sono preziose fonti di acidi grassi insaturi omega 3. 2. Mangia frutta e verdura di stagione, che ti daranno il giusto apporto di vitamine. Conosci la regola delle 5 porzioni di frutta e verdura al giorno? È quella che dovremmo seguire tutti per un’alimentazione che sia di reale sostegno alla nostra salute. Parlane anche con il tuo medico. È davvero importante! 3. In generale, osserva i precetti della dieta mediterranea che è varia ed equilibrata, e aiuta a combattere i processi infiammatori. Da questa dieta dovremmo cogliere soprattutto l’invito a consumare cereali integrali, perché hanno un basso indice glicemico e, proprio in virtù di questa caratteristica, possono svolgere azione preventiva. 4. Fai ricorso alle spezie, come la curcuma e lo zenzero, che hanno ottime proprietà antinfiammatorie. 5. Includi nella tua dieta semi e frutta secca oleosa (mandorle, nocciole, noci, pistacchi, ecc.), che contengono sia omega 3, sia vitamine antiossidanti.





Ma ci sono cibi da evitare per chi soffre di reumatismi?


Di sicuro è consigliabile eliminare o comunque ridurre al massimo gli zuccheri semplici, quindi dolci e bevande zuccherate. E poi bisogna fare attenzione ai grassi saturi: limita il consumo di insaccati, salumi e formaggi (preferisci lo yogurt magro rispetto ad altri latticini), e usa l’olio extravergine di oliva (che ha molecole con attività antinfiammatoria) al posto del burro.

Questi pochi accorgimenti possono esserti di grande aiuto. Attraverso un’alimentazione sana, non solo darai al tuo organismo i nutrienti di cui ha bisogno, ma sarà anche più semplice tenere sotto controllo il peso, un aspetto importantissimo per chi soffre di reumatismi.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti